16.7.13

UNDER THE SPOTLIGHT: Jordan Veretout

Buongiorno a tutti, ragazzi: eccoci qui per un nuovo numero di "Under The Spotlight", la rubrica che prova a vederci più chiaro sui talenti del calcio europeo e sul dove possano giocare in un futuro lontano. Oggi andiamo in Francia, dove si festeggia la vittoria della nazionale U-20 nel Mondiale di categoria: si parla tanto di Paul Pogba, ma c'è un altro giocatore della mediana transalpina che merita molta attenzione ed è meno pubblicizzato dello juventino. Sto parlando di Jordan Veretout, centrocampista del Nantes.

SCHEDA
Nome e cognome: Jordan Veretout
Data di nascita: 1 marzo 1993 (20 anni)
Altezza: 1.77 m
Ruolo: centrocampista centrale, regista
Club: Nantes (2003-?)



STORIA
Nato ad Ancenis, a trenta chilometri da Nantes, Veretout è un classe 1993. La vicinanza a Nantes non è un caso: infatti, Ancenis è uno snodo chiave nella via per la città francese, così come lo sarà per la carriera calcistica del giovane Veretout. Infatti, a soli dieci anni, il ragazzo entra nelle giovanili gialloverdi: il Nantes è reduce da una vittoria in Ligue 1 nel 2001 e ha appena giocato in Champions League. Insomma, il futuro del club sembra luminoso, ma esso farà fatica negli anni successivi: infatti, il Nantes retrocede due volte mentre Veretout si avvicina sempre più alla prima squadra.
Quando il giovane esordisce con il Nantes, il club naviga nelle torbide acque della Ligue 2 già da un paio d'anni: il 13 maggio del 2011, scendendo in campo contro il Sedan nei minuti finali, Veretout colleziona la sua prima presenza da professionista. Nella stagione successiva, dopo un campionato deludente, il Nantes alza un pochino le sue prestazioni, riuscendo a concludere almeno con una salvezza tranquilla il 2011/2012. Semmai, la vera novità è la continua presenza in campo di Veretout, che - a 19 anni - riesce ad imporsi come titolare: le 40 presenze stagionali testimoniano la fiducia dell'ambiente nelle sue capacità.
Quest'anno, poi, c'è stata l'apoteosi. Non tanto personale, visto che Veretout ha giocato quasi le stesse partite della passata stagione, ma con meno reti; piuttosto, il Nantes ha finalmente tirato fuori il campionato della vita e ha concluso al terzo posto della Ligue 2, ottenendo la promozione. Così, l'anno prossimo, Veretout si prepara ad esordire nella massima serie francese, dove potrebbe stupire tutti; intanto, il ragazzo si è preso una bella soddisfazione con la nazionale U-20, vincendo il Mondiale di categoria.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Veretout nasce come trequartista, ma negli ultimi anni è stato capace di adattarsi: smessi i panni del numero 10 classico, il ragazzo è diventato una mezzala, se non addirittura un regista in casi di emergenza. Insomma, a Veretout succede quello che è accaduto ai grandi trequartisti giovanili del passato: un esempio può essere Andrea Pirlo. Non convincendo a pieno da trequartista, lo hanno trasformato in un regista. Per il giovane giocatore gialloverde, sta accadendo lo stesso processo: tutto sommato, Veretout si sta adattando bene al ruolo e ha imparato - in emergenza - a giocare anche sulla fascia. La sua visione di gioco ed un piede molto educato gli permetteranno di fare strada anche da regista.

STATISTICHE
2010/2011 - Nantes: 1 presenza, 0 reti
2011/2012 - Nantes: 40 presenze, 6 reti
2012/2013 - Nantes: 33 presenze, 1 rete

NAZIONALE
Per ora, il ragazzo promette bene: Veretout si è fatto tutta la trafila della giovanili transalpine, tra U-18, U-19 e l'U-20. In quest'ultima, si è ritagliato un ruolo importante: accanto a Paul Pogba, il ragazzo ha costituito la spina dorsale della squadra a centrocampo e lo si è visto sopratutto nell'ultimo Mondiale di categoria. Veretout ha giocato tutte le sette partite che hanno portato la Francia alla vittoria della competizione; inoltre, il giocatore del Nantes ha realizzato un gol negli ottavi contro la Turchia e ha segnato uno dei quattro rigori nella lotteria dei penalties che ha visto trionfare i francesi in finale. Insomma, se continuerà a crescere, di certo potrà solo che esser preso in considerazione. Intanto, il parcheggio in U-21 pare l'ideale.

LA SQUADRA PER LUI
La verità è che, sul ragazzo, potrebbero andarci in tanti. A differenza dei suoi compagni di centrocampo in nazionale U-20 - Pogba (Juve) e Kondogbia (Siviglia) - il giocatore gialloverde non è molto pubblicizzato: in Francia, ad esempio, solo il Lorient si è buttato seriamente su di lui. Chiaro, dopo questo Mondiale U-20 e l'arrivo in Ligue 1, la valutazione potrebbe alzarsi ancora; per questo, è meglio buttarcisi sopra subito, in modo da arrivare prima delle potenze del calcio transalpino. Attualmente, Veretout vale tre milioni di euro: non sarebbe male puntarci sopra, per costruire un centrocampo con un cervello come quello dell'attuale numero 25 del Nantes. Le italiane ci pensino: è un'occasione che non si ripeterà, visto che il contratto scadrà nel 2015.

Nessun commento:

Posta un commento